fbpx

Tiziana Primori

Presidente del CDA @ FICO Eataly World

Speaking Sessions

18 Novembre 2022 09:00

Il valore della trasgressione

Role Model Stories

Biografia

Tiziana Primori, donna energica e volitiva sempre attenta alla cifra etica ed innovativa è Presidente di Eatalyworld srl, Società che ha realizzato e gestisce a Bologna il primo parco tematico dedicato all’eccellenza dell’agroalimentare italiano: FICO (Fabbrica Italiana Contadina). È componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Mantenendo un’attenzione costante sul miglioramento e i temi sociali di prima attualità ha completato nel 2021 il Corso Universitario di Perfezionamento “Board Accademy” alla LUISS Business School ed è stata sia promotrice dell’iniziativa “WomenX Impact” 2021 sia sostenitrice dell’associazione Bimbo Tu.

Nel maggio 2015 è stata indicata come Women Ceo dell’anno dalla giuria del Premio Internazionale Le Tecnovisionarie, destinato a donne che contribuiscono a portare innovazione sostenibile nella società, nell’ambito dell’Expo Women Global Forum.

Dopo gli esordi professionali in un centro logistico della grande distribuzione cooperativa si è occupata, fino al ’90, di logistica e produzione in Iveco (Gruppo Fiat) per poi passare alla consulenza come Amministratore Delegato di Smaer, Società specializzata in innovazione organizzativa. È stata Vice Presidente di Coop Adriatica e ha guidato l’attività di Coop al Sud con Ipercoop Sicilia, Supercoop Sicilia e Distribuzione Roma. 

Tra le sue realizzazioni più innovative nel 2008 ha dato vita all’Ambasciatori di Bologna, uno spazio originale che su tre piani ospita una grande libreria Coop, un bar, un ristorante e un’osteria di Eataly. Il progetto è stato un successo internazionale ottenendo i premi World Retail Innovation 2010 e del Presidente della Repubblica per L’innovazione 2010. Da ultimo ha seguito il Mercato di Mezzo di Bologna, l’ex mercato alimentare cittadino in disuso da anni, trasformato in uno spazio dove acquistare, degustare e conoscere il meglio dell’agroalimentare del territorio.